Scegliere di acquistare biologico è oramai uno stile di vita, sempre più consolidato nei consumatori attenti a preservare la qualità originaria del prodotto, senza nulla togliere ad un produzione convenzionale i cui parametri di qualità sono pari merito di alto livello. Tuttavia l’olio extravergine di oliva biologico, proveniente da agricoltura biologica, strizza l’occhio anche al territorio e all’ambiente, trattandoli con estrema cura e amorevolezza. La produzione biologica di olio extravergine di oliva segue il Regolamento CE n. 834/2007 del consiglio dell’Unione Europea che ne disciplina rigorosamente tutte le fasi, dalla coltivazione delle olive alla conservazione dell’olio.

Chi sceglie di praticare agricoltura biologica ha a cuore il mantenimento dell’agrosistema secondo l’equilibrio della natura e fa affidamento sulle risorse rinnovabili per prendersene cura. Le specie scelte sono autoctone e vocate alla pedoclimaticità del territorio. Sono regolamentate, inoltre, la gestione del terreno, l’irrigazione, il controllo degli infestanti e degli alberi. Il punto a favore principale di questo prodotto è il divieto di utilizzare prodotti fitosanitari che non siano autorizzati nella produzione biologica ai sensi dell’articolo 16 del suddetto regolamento.

L’autenticità di questo olio è certificata attraverso una serie di controlli rigorosi e periodici effettuati da organismi di controllo autorizzati dal MIPAAF che permettono di ottenere il logo comunitario da apporre obbligatoriamente sull’etichetta, insieme al codice dell’autorità di controllo e all’indicazione del luogo in cui sono state coltivate le materie prime.

Il Frantoio Felice Bitetti produce olio extravergine di oliva biologico certificato e nel rispetto del disciplinare. Sull’etichetta troverete il logo che vi permetterà di riconoscere l’olio extravergine di oliva biologico. Visita il sito www.frantoiobitetti.it per ordinare questa straordinaria esperienza gustativa!